Le parole dell’autunno

Leggiadre le parole

allungando l’ombra

sopra muri di fiati

svolazzano

perdendo colore

intrististendosi al buio.

 

Mutevole al sole

d’allegria si vestono

cantando sonetti:

indugiano fino alla fine

nelle pieghe dell’estate

ancora filante tra i bordi.

 

Coperte variopinte

proteggono il suolo

ancora prima dell’aratro

infondo sicurezza

il vento lo sa e di mano

infila collane alla riguarda

che adorna ogni parola

al tappeto muschioso

del dire muto del nord.

 

Chiara

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti