Ho atteso la neve

per vedere dentro le gocce

il gelo volteggiare nella paura.

Osservare stridere nella caduta i pensieri

quando l’acqua è presente

lascia disegni e sogni, sciogliersi.

Forse domani il bianco mantello

sarà impronta di passero o soltanto

un accatastarsi di gocce

lacrime indurite

freddo silenzio che giace

nel fondo del bosco.

Mi deluderà ancora?

D’inverno il freddo

riesce ad indurire la strada

non basta il sale

occorre l’amore.

Nevica!

 

Chiara

 

 

2 pensieri riguardo “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti